home catalogo libro
loading...
L’ora della caccia
Dopo aver svelato in Io ti troverò la società americana dell’era Nixon, in L’ora della caccia Shane Stevens -nom de plume per un autore che scelse far perdere le sue tracce e il cui lavoro fu acclamato da Stephen King e James Ellroy- sposta il suo sguardo sull’Europa della Guerra Fredda: da Parigi a Berlino Est un viaggio nelle trame oscure del controspionaggio internazionale. Una detective story dall’intreccio costruito su scatole cinesi, tra un’approfondita conoscenza dei fatti storici e le suggestioni di un tempo ormai lontano.

«Era un ebreo cresciuto da francese che odiava i tedeschi. Era un uomo ossessionato da una donna che aveva ucciso. Era un cacciatore sulle tracce di una preda che nessuno voleva fosse catturata. Era un ispettore senza un incarico di comando». Aprile 1975. Parigi. Un uomo viene trovato impiccato a una corda di pianoforte. Il suo nome è Dieter Bock, un ex capitano delle SS. La tesi del suicidio non regge e l’indagine viene affidata all’ispettore César Dreyfus, unico superstite di una famiglia ebrea sterminata ad Auschwitz. Le piste sono innumerevoli e complesse, dal Mossad ai servizi segreti occidentali che si sarebbero serviti della collaborazione di Bock nel dopoguerra. Ma quando l’ispettore scopre che le morti di un banchiere svizzero, di un industriale belga e di un diplomatico inglese sono collegate, è l’inizio di una serie di colpi di scena in cui ogni certezza si rivela infondata. In una caccia senza tregua, César estenderà le sue indagini in Austria e in Germania sulle tracce del complotto più occulto e paradossale della Storia. Perché niente è ciò che sembra, la sete di vendetta può attendere decenni e tra le pieghe delle tragedie d’Europa si nascondono segreti che hanno condannato a morte chiunque li conoscesse. Fra criminali di guerra nazisti, tradimenti e servizi segreti, in una corsaa perdifiato che non lascerà scampo al più smaliziato dei lettori, con un protagonista impossibileda dimenticare, si dispiega l’ultimo romanzo di Shane Stevens, maestro riscoperto del crime novel cui hanno dedicato grandi elogi le firme più prestigiose, da James Ellroy a Stephen King, fino al nostro Carlo Lucarelli.

Shane Stevens è nato a New York nel 1941. Ha scritto cinque romanzi tra il 1966 e il 1981, prima di sparire nel nulla. È morto nel 2007. Il nome è uno pseudonimo: tuttora se ne ignora la reale identità.

«Il padre della moderna narrativa sui serial killer. I suoi libri riscuotono gli elogi incondizionati di lettori come James Ellroy, Thomas Harris e Stephen King».
Ranieri Polese, «Corriere della Sera»

«Sarà difficile per voi sfuggire agli artigli dei noir di Shane Stevens!».
Luca Crovi

«Il padre dei serial killer amato da Stephen King».
Tommaso Pincio, «il venerdì»

Hanno detto di Io ti troverò

«Un romanzo bellissimo».
Ranieri Polese, Corriere della Sera

«Un capolavoro».
Paolo di Stefano, Corriere della Sera

«Uno dei più grandi noir mai scritti».
Carlo Lucarelli

«Bellissimo».
Rock Reynolds, l’Unità

«Un capolavoro assoluto».
Natalino Bruzzone, Il Secolo XIX

«Un romanzo di rara bellezza».
Guido Caserza, Il Mattino

«Indimenticabile».
Francesco Fantasia, Il Messaggero
SCHEDA TECNICA
autore: Shane Stevens
titolo: L’ora della caccia
collana: -
numero: -
pagine: 556
codice isbn: 978-88-6411-536-8
data pubblicazione: 21/06/2012
prezzo in libreria: € 18,00